La depressione nella sclerosi multipla

La depressione è un disordine frequente che è causata generalmente da un squilibrio chimico. Le persone con SM hanno una maggiore incidenza di sintomi depressivi o depressione vera  e propria perché è insita nella biologia della malattia. Sebbene la depressione sia una malattia seria, può essere trattata efficacemente. La diagnosi e il trattamento richiedono l’aiuto di un medico neurologo che abbia esperienza con pazienti affetti da SM.

Molto più di stress

Alcuni sintomi dello stress sono notevolmente simili a quelli della depressione e a volte si sovrappongono a quelli della SM. La ricerca mostra come le persone affette da SM prima o poi nella vita fanno esperienza di crisi depressive significative e quelle più a rischio sono coloro trattate con farmaci specifici prescritti dal proprio medico specialista. Bisogna fare attenzione perché né tutti i medicinali esistenti sul mercato oggi sono adeguati al trattamento della depressione in pazienti con SM. Per questo, è imprescindibile essere seguiti da un medico neurologo specializzato in SM.
La depressione causa una  perdita di interesse nelle proprie attività abituali, alcuni di questi sintomi possono essere segnali di SM.

Segnali di depressione

– disordini del sonno, quindi dormire troppo o troppo poco

– cambiamento nell’appetito, perdita o acquisto notevole di peso

– agitazione, ansia, rallentamento delle attività fisiche e mentali

– calo d’energia e incremento della fatica

– sensazione d’impotenza, senso di colpa

– indecisione, perdita di memoria, difficoltà nella concentrazione

– sentirsi giù di morale tutti giorni per quasi tutto il giorno

– perdita d’interesse nel fare le cose che di solito interessano. Difficoltà nel gioire di avvenimenti piacevoli che normalmente susciterebbero gioia

– Pensieri di morte, suicidio o di danneggiare se stessi o gli altri.

Problemi cognitivi e stress

Molte persone affette da SM fanno esperienza di problemi cognitivi; statisticamente sono solo il 10 % ad avere problemi seri, ma almeno la metà ad esserne interessati anche con cambiamenti minimi della propria percezione cognitiva.

I problemi più comuni sono nell’area della memoria recente, velocità di pensiero, processo delle informazioni, e l’abilità di stare concentrati e di non perdere l’attenzione.

Queste sono le conseguenze di lesioni cerebrali nelle persone affette da SM, non causate da stress o depressioni, farmaci o stanchezza. Tuttavia anche lo stress può portare agli stessi sintomi: difficoltà di concentrazione, nel prendere decisioni.

Le problematiche legate allo stress vengono poi mitigate quando il periodo stressante passa. Avere problemi cognitivi porta sicuramente a essere più stressati quindi per i pazienti malati di SM è importante parlarne con un professionista – come un medico o un gruppo d’aiuto –  per capire quali tecniche si possono applicare per mitigarli.

Alcuni esempi sono:

– semplificarsi la vita. Eliminare le cose inutili e mantenere quelle essenziali

– pianificare in anticipo la giornata in maniera da evitare  qualsiasi inconveniente che porti a stress

– permettersi sufficienti ore di sonno

– chiedere aiuto quando si ha bisogno

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>