La migliore fisioterapia è il movimento!

La migliore fisioterapia è il movimento! Ma quali opzioni motorie sono disponibili?

Adaptive Yoga®: Lo “stretching” che rilassa

Lo Yoga combina la respirazione coi movimenti che così riesce a stimolare e a calmare il corpo. Molte persone con rigidità muscolare o con un livello di mobilità diminuito trovano che la pratica dello Yoga porta notevoli miglioramenti. Yoga è un’attività rilassante e non competitiva, per questo è consigliata alle persone affette da SM. I benefici si possono sentire quando le posizioni vengono mantenute per almeno 10 secondi e molte posizioni sono studiate affinché sia la forza di gravità ad aiutare l’allungamento dei muscoli. Il respiro ritmico addominale fatto nello Yoga è molto importante per le persone con SM che non riescono a respirare profondamente attraverso esercizi vigorosi. La respirazione profonda aiuta la circolazione e aiuta a mantenere la salute delle vie respiratorie, diminuendo la possibilità di infezioni polmonari come la pleurite.

Aquagym

Ideale per i pazienti di SM. l’acqua previene il surriscaldamento corporeo e permette ai pazienti disabili di poter eseguire movimenti con quelle parti del corpo colpite dalla disabilità .

Pesi

Cautela per chi vuole fare pesi in palestra. Bisogna iniziare gradualmente e modulare gli esercizi a seconda delle proprie abilità. Alcune ricerche provano che lo stretching unito ai pesi crea più forza che solo i pesi. Inoltre combatte l’osteoporosi e aiuta la perdita di peso.

Arti marziali

Tai Chi o Qi Gong, tecniche cinese la cui pratica migliora la salute e rinforza il corpo armonizzando tre fattori: il respiro, la postura fisica e il pensiero. Queste tecniche comprendono una serie di movimenti lenti che assomiglia a una danza, aiutano a migliorare l’equilibrio e aumentano l’energia vitale. Molte persone le ritengono ottime pratiche in quanto non sforzano le articolazioni, non sono competitive e favoriscono lo spirito meditativo come lo yoga.

Aerobica

Tecnicamente, qualsiasi esercizio vigoroso quanto basta a innalzare il battito cardiaco e la respirazione è ritenuto aerobico. D’altra parte tendiamo sempre a pensare che “aerobico” significhi correre, saltare, ballare, fare cyclette. La buona notizia è che 15 minuti di aerobica al giorno è un esercizio più che sufficiente e in più ci si può fermare ogni 5 minuti mantenendo gli stessi benefici.

A volte il fare esercizio in una palestra aiuta, si evitano i percorsi accidentati, le salite, la alte temperature estive. È però molto importante farsi regolare gli strumenti dall’istruttore, informandolo delle proprie problematiche, affinché gli esercizi siano efficaci ma allo stesso tempo sicuri.

Adaptive sports

Adaptive sports sono quelle discipline che si fanno con attrezzi modificati e permettono alle persone con disabilità di poter partecipare a sport come il basket, tennis o golf. Anche le regole degli sport vengono cambiate a seconda della fascia di abilità.

Altre attività

Altri sports possono portare benefici fisici e psicologici. Ballare, fare giardinaggio, lavorare in casa, anche giocare con un animale domestico può essere considerato un’attività per rimanere in forma. Alcune persone fanno stretching tutti i giorni, alcune anche in ufficio, contraendo e rilasciando le fasce muscolari; infatti sono esercizi semplici che si possono fare quando si è al telefono, quando si guarda la televisione o a scrivania.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>